Ultima modifica: 3 maggio 2017
ISTITUTO COMPRENSIVO VIA CIALDINI > Progetti d’Istituto

Progetti d’Istituto

Che cos’è un progetto

Il collegio dei docenti avverte l’esigenza di trovare modalità opportune per concretizzare le nuove teorie sulle intelligenze multiple, che puntano all’utilizzo di linguaggi diversi. L’ambito in cui sperimentare questo nuovo modo di fare scuola è quello dei progetti.

Con la parola progetto si definisce un’attività intenzionale e pianificata diretta a raggiungere, at-traverso una serie complessa di attività specifiche, un risultato concreto, valido in sé e verificabile.

In particolare, un progetto deve:

  • essere finalizzato al raggiungimento di un risultato definito a priori;
  • impegnare gli studenti in attività didattiche di vario genere
  • attribuire all’insegnante un ruolo non prescrittivo, ma di consulenza e collaborazione;
  • avere uno specifico spazio curricolare, pur senza una scansione rigida;
  • essere trasversale a più discipline;
  • mettere, quando è possibile, in rapporto diretto la scuola con esperti esterni e con la realtà territoriale.

Un progetto occupa uno spazio molto importante nel curricolo, proprio perché:

  • contribuisce all’approfondimento di temi già preventivati nella programmazione didattica disciplinare, oppure consente l’introduzione di nuovi temi;
  • permette l’adozione di metodi di lavoro non usuali;
  • consente l’elaborazione di una nuova didattica per competenze
  • sviluppa la capacità di lavorare in gruppo;
  • sviluppa la problematizzazione degli argomenti e le capacità critiche.
  • permette una verticalizzazione del curricolo, in una logica di Istituto

A livello più propriamente didattico-educativo, un progetto fa leva sulle motivazioni dei ragazzi, perché ne richiede la partecipazione diretta e attiva, sia nella fase della progettazione che in quella della realizzazione del prodotto.

Programmazione dei progetti

Il lavoro svolto dagli alunni viene valutato sia in itinere sia con prove sommative. I risultati ottenuti entrano a pieno titolo nella valutazione complessiva finale.

  • La realizzazione di un progetto presuppone, da parte del Consiglio di classe, una notevole capacità organizzativa e, di conseguenza, anche un carico di lavoro superiore a quello della programmazione ordinaria. Nella programmazione di un progetto, infatti, esso è chiamato a discutere una proposta, sulla base delle effettive caratteristiche della classe cui è indirizzata, tenendo conto sia delle scelte di programma disciplinare (contenuti minimi) sia dei risultati complessivi attesi.
  • Nella programmazione di un progetto, tutti i Consigli di classe seguono le stesse modalità di percorso, ormai codificate dalla pratica didattica. In particolare, essi devono: individuare le finalità; definire gli obiettivi; proporre una metodologia adatta all’argomento;precisare i contenuti proposti; indicare con precisione tempi, costi, interventi esterni, ecc.

 

 

COMPETENZE

CHIAVE EUROPEE

 

PROGETTO

 

 INFANZIA  PRIMARIA  

SECONDARIA

 

 
 

COMPETENZE

SOCIALI

SCUOLA SICURA
EDUCAZIONE STRADALE
EDUCAZIONE AMBIENTALE
EDUCAZIONE ALLA SALUTE
FRUTTA NELLE SCUOLE
PROGETTO PSICOMOTRICITÀ
PROGETTO SPORTIVO
CAMPIONATI D’ISTITUTO DI ATLETICA LEGGERA
PREVENZIONE   TABAGISMO
PRIMO SOCCORSO- AVIS
AIDO
INCONTRO SULLE RELIGIONI
         
 

 

 

 

COMPETENZE CIVICHE

INCONTRO CON LA PROTEZIONE CIVILE
VISITA AL COMUNE MEDA
CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI
COMMEMORAZIONE RIEVOCAZIONI STORICHE
 
  RACCORDO INFANZIA-PRIMARIA
RACCORDO PRIMARIA – SECONDARIA
 
COMPETENZE DIGITALI USOCONSAPEVOLE DEL WEB
 
 

 

CONSAPEVOLEZZA

ED

ESPRESSIONI CULTURALI

PROMOZIONELETTURA- MEDATECA
MOSTRA MERCATO DEL LIBRO USATO
EDUCAZIONE AL SUONO
 
 

 

 

 

COMUNICAZIONE

 IN LINGUE STRANIERE

 

 

CURRICOLO VERTICALE

PROGETTO LINGUA INGLESE
PROGETTO BEI/IBI
ECCELLENZACLIL
SPETT.TEATRALE IN  LINGUA   INGLESE
SPETT.TEATRALE IN  LINGUA SPAGNOLA
PROGETTO DI LINGUA TEDESCA
 
 

 

IMPARARE A IMPARARE

ORIENTAMENTO
INSIEME IN RETE
LA SCUOLA NELL’AZIENDA
 
  PROGETTO DISAGIO
 
  ALFABETIZZAZIONE PER ALUNNI DI CITTADINANZA NON ITALIANA